giovedì 9 gennaio 2014

Che cambiamento ci porterà il nuovo anno?

Come sempre, inesorabilmente, anche questo nuovo anno è iniziato! Certo, sono un po' in ritardo per farvi gli auguri, ma meglio tardi che mai!
Sono sempre stata una persona a cui piacciono le feste e le ricorrenze. Quando ero piccola iniziavo ad organizzare la mia festa di compleanno col conto alla rovescia che partiva da -364! Ovviamente col tempo si cambia: si diventa adulti, conosciamo il concetto della parola "responsabilità", ci si scontra con i problemi di tutti i giorni, l'affito, le bollette.. e si perde quell'entusiasmo che avevamo nel gioire di un semplice avvenimento.

Lo ammetto: il 2000 era il capodanno che sognavo da tempo.. volevo davvero festeggiare in modo inusuale perché ero convinta che quella cifra tonda nascondesse un nonsoché di fantastico, forse mistico e misterioso! Tutte le mie speranze in due cifre... ma niente! A casa coi parenti! 
La delusione era stata tale che inizio a pensare che tutto sia cominciato da lì. Non ho più avuto la speranza che avrei passato una bella serata a capodanno.. 
Niente di catastrofico, eh! Ero serenamente rassegnata ad accettare la notte di capodanno come una qualsiasi serata.. magari una in cui mi sarei vestita meglio, avrei avuto meno sensi di colpa a fare acquisti sconsiderati.. l'unica magia che ancora mi rimaneva era l'attesa di accendere le stelline, quei fantastici bastoncini grigi che con una semplice fiamma ti fanno ritornare bambina!

Ebbene.. armata di un pacco intero di stelline e col mio fidato amico amigurumi Toporagno, quest'anno mi apprestavo a passare una tranquilla serata in compagnia di altre persone, alcune delle quali frequento di rado.
Lo so che sembra uno di quei racconti da film hollywoodiano, ma è sincero e mi va di condividerlo con voi! Perché quest'anno qualcosa finalmente è cambiato! All'improvviso, mentre eravamo nella piazza col panorama più bello di Roma, con una miriade di sconosciuti di tante nazionalità, all'improvviso, ho sentito dentro di me quella primordiale euforia.. quella che mi ha sempre tenuta sveglia la notte prima di Natale..

Il mio entusiasmo festaiolo era tornato e rivendicava la sua conquista: il mio cuore! In un secondo ho capito che non era scomparso, era sopito.. lo avevo allontanato, ma senza una vera ragione! Ovviamente stare in una piazza piena di sconosciuti, che urlano (in diverse lingue) un conto alla rovescia per niente sincronizzato, non ha senso logico.. ma non deve averlo! Si tratta semplicemente di essere spensierati per un attimo, staccare dalle preoccupazioni e concentrarsi sul momento. Il cambiamento.

Il passaggio da un anno all'altro deve semplicemente farci riflettere su cosa vogliamo veramente essere. Non importa se fino a ieri non lo siamo stati. Ieri è passato. Si ricomincia da oggi! 

BUON ANNO!
Che il 2014 sia produttivo per voi quanto vorrei che fosse per me!



Approfittando di questa ondata di ottimismo non posso che essere estremamente orgogliosa di parlarvi di qualcosa a cui sto lavorando da tempo: Pippicalzelunghe e Un gomitolo al giorno si uniscono per un’iniziativa a cui non potete dire di no! L’UNCINETTO MADE IN JAPAN, un corso di 2 ore totalmente dedicate alle incredibili creazioni di pupazzetti giapponesi: gli AMIGURUMI.

La moda degli amigurumi è sbarcata in Europa dal Giappone già da diversi anni. In giapponese il termine letteralmente vuol dire “bambola fatta a maglia o all’uncinetto”. Seguendo questa tecnica e con la loro passione innata per l’estetica, i giapponesi riescono a creare delle vere e proprie opere d’arte! E grazie a questo corso non sarete da meno

Il mini corso sarà tenuto da me ed inizieremo con una breve introduzione sui criteri che sono alla base dell’assemblaggio degli amigurumi, per poi realizzare un personaggio seguendo la propria fantasia!

Il corso si terrà sabato 18 gennaio dalle 16:30 alle 18:30 presso il laboratorio di Pippicalzelunghe, in Via dei Chiaramonti 24 a Roma. 
Il costo per ogni partecipante sarà di 30€ (incluso un buono da 5€ per acquistare il materiale).
Per informazioni ed iscrizioni andate sul sito di Pippicalzelunghe, alla pagina "Corsi
di maglia": www.ppcalzelunghe.com/corsi-di-maglia


Perdonatemi se sono stata troppo prolissa.. ma ogni tanto mi torna la voglia di scrivere :)

4 commenti:

  1. Bellissimi auguri e grande ottimismo, insomma, quello che ci vuole! Felice anno anche a te!

    RispondiElimina
  2. :) ma sì! il pessimismo non serve a niente... buon anno orsetta!

    RispondiElimina
  3. Ciao! Quanto mi piacerebbe fare il vostro corso! Ma da Venezia la vedo difficile, peccato, sono sicura che deve essere molto interessante e poi questi amigurumi mi piacciono sempre di più! Brava!

    RispondiElimina